logo della Repubblica italiana

CONTRO IL BULLISMO INSIEME ALL’AUTRICE EMANUELA DA ROS

Da compilare...

Descrizione

Il giorno 16 marzo 2018, le classi terze della SSIG “Giovanni XXIII” si sono recate all’auditorium dell’ITC “Colamonico” per partecipare ad un incontro con Emanuela Da Ros, l’autrice del libro “Bulle da morire”, oggetto di lettura, riflessione e analisi, quest’anno, da parte delle stesse classi.

L’ incontro ci è servito ad approfondire la vicenda narrata dal romanzo, i suoi protagonisti e cosa ha ispirato l’autrice, che ci ha invitato ancor più a soffermarci sulla tematica così attuale del bullismo, che avevamo comunque già trattato in classe. Questo libro potrebbe essere tranquillamente letto come uno degli episodi di cronaca che vedono coinvolti oggi tanti nostri coetanei. C’è stato anche l’intervento del Dirigente, prof.ssa Annalisa Bellino e del sindaco, dott. Davide Carlucci, che hanno espresso la loro opinione su questa tematica.

Purtroppo molti ragazzi, vittime di atti di bullismo, preferiscono isolarsi, invece la giusta soluzione è parlarne con genitori e insegnanti, perché solo così i bulli possono essere smascherati e puniti, altrimenti  si fa il loro gioco. Importante è anche il ruolo di chi assiste o comunque sa e tace, come si comporta l’”amica” della bullizzata del racconto,che diviene complice così delle bulle stesse. Il bullismo va dagli scherzi che mettono in ridicolo la vittima davanti a tutti, fino ad arrivare a pestaggi e, nei casi estremi, può indurre il soggetto al suicidio.

L’autrice ha dato spazio agli interventi di noi alunni, che erano frutto di riflessione, ma anche di curiosità; per l’incontro alcuni di noi avevano preparato un cartellone con le loro  opinioni sul testo letto, altri hanno voluto regalare un maxi libro cartonato che avevano realizzato scegliendo tutte le frasi del romanzo che più li avevano colpiti, mentre altri alunni hanno chiuso l’incontro con un flash mob sul bullismo.

Con quest’incontro abbiamo compreso meglio come comportarci, sia da vittima che da osservatore, anche se di bullismo non si parla mai abbastanza!

Pasquale Centrone 3^A